Disturbi cognitivi e demenze
school-late-slip.jpg

VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA

Incontri individuali e con il famigliare

La valutazione neuropsicologica è effettuata con diversi test "carta e matita" ed ha come obiettivo l'accertamento di eventuali deficit cognitivi, che possono essere successivi a patologie neurodegenerative (come in caso di sospetta demenza di Alzheimer o altri tipi di demenza), oppure secondari a danni acquisiti del sistema nervoso centrale (come ictus, ischemie, anossie, traumi cranici,..). La valutazione prevede anche un colloquio con il familiare ed è suddivisibile in più incontri per favorire le tempistiche individuali.

spelling-game-letter-tiles-in-hand.jpg

RIABILITAZIONE NEUROPSICOLOGICA

Incontri individuali o in piccolo gruppo

La riabilitazione neuropsicologica è indirizzata a persone con disturbi cognitivi come afasia, amnesia, deficit nel controllo degli impulsi e nella programmazione, difficoltà di inibizione causati da una lesione cerebrale (ictus, trauma cranico, di altra natura). 

Viene programmata sulla base di una valutazione neuropsicologica (anche di un altro professionista).

Gli incontri possono essere individuali o in piccoli gruppi sulla base delle esigenze dei singoli casi.

brainstorm-meeting-ideas.jpg

STIMOLAZIONE COGNITIVA

Incontri di gruppo, da 4 a 8 persone

La stimolazione cognitiva è indicata per persone con demenza lieve o moderata. Prevede 14 incontri di gruppo.

Attraverso attività diverse incentiva la socializzazione, evita l'isolamento, promuove il mantenimento delle abilità residue ritardando il progredire della malattia.

Viene svolta seguendo il protocollo della Terapia di Stimolazione Cognitiva (Cognitive Stimulation Therapy - CST, Spector et al., 2003), che è l'unico intervento psico-sociale non farmacologico per anziani con demenza lieve-moderata con evidenze di efficacia.

calligraphy-artist-writing-with-pen.jpg

STIMOLAZIONE COGNITIVA

Incontri individuali

La stimolazione cognitiva può essere effettuata anche con persone che non amano lavorare in gruppo o a persone con demenza lieve, moderata o severa.

In questo caso gli incontri saranno individuali e verranno personalizzati, dopo un'attenta osservazione e un'approfondita anamnesi sulla storia di vita del paziente.

Gli incontri possono svolgersi presso il domicilio del paziente.

GESTIONE DISTURBI DEL COMPORTAMENTO

Colloqui individuali con i familiari

I disturbi del comportamento sono i sintomi "secondari", cioè non cognitivi, che possono manifestarsi con il progredire di alcune patologie. Si presentano come deliri, vagabondaggio, affaccendamento, aggressività, disturbi dell'umore, disturbi della sessualità o in altre forme.

Gli incontri possono svolgersi presso il domicilio del paziente o presso la casa di cura.

female-hands-in-the-center.jpg

SOSTEGNO AI FAMILIARI

Colloqui inidivuali o familiari

Il familiare ed il caregiver (dall'inglese "colui che si prende cura") si confrontano con l'esperienza coinvolgente, intensa e complessa del prendersi cura di un parente fragile.

Questo ruolo può durare anni, ed è in continuo mutamento.

Avere al tuo fianco un professionista può aiutarti con consigli pratici e "sollevarti" dal peso psicologico dell'assistenza.

Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata cliccando qui.

© 2020 By Emanuela Venturelli - Partita Iva: 03897030361 - All Rights Reserved

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now